Padova – “Dance is Life”. Un titolo che rivendica la danza come energia e che Laura Pulin ha scelto per l’edizione 2012 del festival Prospettiva Danza Teatro, organizzato con il sostegno del Comune di Padova. Nel programma di quest’anno, che (purtroppo) ha sostanzialmente perduto la parte di teatro, sono protagonisti alcuni dei gruppi più interessanti nel panorama nazionale e internazionale. Dunque la primavera delle performing arts – dal 31 marzo al 25 maggio 2012 – prende vita a Padova e alcuni appuntamenti sono da non perdere.

In apertura, il 31 marzo, lo spettacolo di danza verticale della Compagnia Il Posto|Marco Castelli Small Ensemble con le coreografie di Wanda Moretti nel Cortile di Palazzo Moroni e poi a stretto giro, mercoledì 4 aprile, la “Serata Stravinskij” con l’Aterballetto porta in scena una rivisitazione di Mauro Bigonzetti di due capolavori portati al successo dai Ballets russes di Diaghilev all’inizio del Novecento: “Le sacre” e “Les Noces”. Il 27 aprile primo appuntamento con la danza internazionale: la Compagnia Emio Greco|PC porta a Padova “La Commedia”, tappa finale del viaggio nella Divina Commedia dantesca. Il 5 maggio da segnalare la “Coppelia” coreografata da Fabrizio Monteverde per la Compagnia Junior BallettO di ToscanA. E a chiudere il cartellone ci sarà la compagnia statunitense Complexions Contemporary Ballet (il 25 maggio), tra le migliori fucine di talenti della danza americana, che rappresenta la fusione di stili e linguaggi ispirati ai ritmi e alle tendenze attuali attraverso la commistione di diverse forme d’arte.
Oltre agli spettacoli, il festival propone workshop con Emio Greco, Pieter Scholten e Fabrizio Monteverde, lezioni di tango con Roberto Reis e Natalia Lavandeira, incroci tra danza e cinema, un incontro con Pippo Delbono dedicato al ricordo di Pina Bausch.
Infine verrà assegnato il Premio Prospettiva Danza Teatro per i giovani coreografi italiani, con la presentazione (il 14 aprile al Centro San Gaetano) del progetto vincitore nella passata edizione: “Family Tree” della Compagnia Riccardo Buscarini.

www.prospettivadanzateatro.it

Advertisements

Un pensiero riguardo “Dance is Life: dall’Aterballetto ai Complexions

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...