Trieste – Una raccolta d’arte rappresentativa della cultura artistica slovena in Italia, custodita finora nei caveaux di prestigiose istituzioni private, sarà esposta al pubblico nel Salone degli Incanti ex Pescheria a Trieste . Dal 21 aprile al 17 giugno 2012, nell’ampia rassegna “Orizzonti dischiusi. Arte del Novecento tra Italia e Slovenia”, sono esposte 180 opere realizzate nel Novecento da artisti come Music, Spacal, Cernigoj, Bambic, Grom, Saksida, Sirk, Cesar, Palcic, Kralj e altri meno noti. I lavori danno testimonianza della vitalità artistica di una comunità numericamente ridotta, ma attiva e orientata alle sollecitazioni internazionali.
Da parte slovena, ad anticipare la rassegna italiana sarà un’analoga mostra allestita al Cankarjev dom di Ljubljanaa.

www.triestecultura.it

Advertisements

Un pensiero riguardo “L’orizzonte dischiuso di Slovenia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...